Enneacanthus obesus.

Banded sunfish

Il corpo è allungato e compresso lateralmente; la testa è piccola ed appuntita, raccordata al dorso da un profilo predorsale concavo; gli occhi, grandi e leggermente sporgenti, sono situati appena dietro la bocca; la bocca è piccola, protrattile, situata in posizione terminale e leggermente rivolta verso il basso.
Le pinne pettorali sono lunghe e appuntite; i raggi della pinna inferiore sono più corti dei raggi della pinna pettorale superiore. Ha una linea laterale verso l'alto arcuata anteriormente. La pinna dorsale è continua, con la parte anteriore spinosa e la parte posteriore morbida e tonda con una macchia scura alla base. La pinna caudale è leggermente biforcuta ma arrotondata.
La livrea è molto particolare e varia: ai lati della testa sono presenti delle zone iridescenti di colore bluastro e la parte posteriore va dal verde oliva al marrone. I lati ventrali sono di colore che varia dal blu-verde al marrone-arancio o possono essere di colore rosato. Il petto è giallo e ha un addome bianco-giallastro con pinne verde oliva e spesso un lembo di opercoli nero.
Ha una macchia scura sul bordo posteriore delle branchie e la base della pinna dorsale e dell'opercolo non è bordata di scarlatto. Uno sguardo ravvicinato rivela da sei a otto barre verticali color oliva sui lati.

Comportamento

Questo pesce popola soprattutto laghi e ruscelli rocciosi dal lento corso. Spesso si sposta nelle zone profonde dove si trovano letti di piante acquatiche densamente radicate.
Anche se si tratta di pesci d'acqua dolce, possono tollerare salinità che raggiungono il 1.8%, risultando facili da individuare nei delta più ramificati dei fiumi.
Questi pesci sono più attivi all'alba. Durante il giorno rimangono nascosti al riparo e si spostano in acque poco profonde per passare la notte. I banchi possono contenere da 10 a 20 pesci.


Allevamento

Il setup ideale è un vasca da almeno 200cm, in modo da poter ospitare un gruppo di 4 o più esemplari.
Si tratta di pesci molto attivi, che hanno bisogno di molto spazio libero per il nuoto. La vasca deve essere densamente piantumata, soprattutto con piante a foglia lunga e sottile del genere Vallisneria e piante lacustri. Le radici delle piante andranno protette con sassi e rami. Il fondale deve prevedere zone di sabbia misto limo e zone di ghiaietto.
L'inserimento di rocce e rami a creare rifugi e zone di posta è fortemente consigliata. Anche l'introduzione di piante galleggianti può aiutare il pesce a sentirsi al sicuro e ad avere un comportamento più naturale.
La qualità dell'acqua è un fattore principe per poter allevare questa specie. Soffre molto il deteriorarsi delle condizioni chimiche quindi, l’acquario dovrà avere un eccellente filtrazione biologica e cambi d’acqua regolari come requisiti per la salute a lungo termine del pesce stesso.
Può essere allevato assieme a pesci di dimensioni simili se è disponibile spazio sufficiente, ma potrebbe essere intimidito da specie territoriali o altrimenti competitive. Si consiglia una vasca monospecifica per godere appieno di questo pesce. Essendo un pesce di acqua temperata, risulterà difficile riuscire ad abbinare compagni di vasca specifici.


Riproduzione

Il dimorfismo sessuale di questo pesce è abbastanza semplice da individuare.
Il petto del maschio riproduttore è di colore arancio-rame e ha sfumature metalliche verdastre o bluastre sulla testa e sul corpo mentre la femmina presenta una papilla genitale molto più pronunciata che nel maschio. E' un pesce molto facile da riprodurre, sia nella cattività dell'acquario che in stagni o laghetti. Questi pesci accudiscono la prole e costruiscono nidi dove deporre le uova. Normalmente nidificano a profondità comprese tra 0,2 e 1,2m ma sono state documentate profondità di deposizione delle uova fino a 3,3 m, rendendolo un pesce adattabile a qualsiasi tipo di habitat. Si riprodurrà su un'ampia varietà di substrati tra cui ghiaia, sabbia, argilla e nidi detritici
I nidi sono generalmente costruiti in un'area priva di vegetazione e su sabbia o ghiaia. I nidi di L. microchirus vengono realizzati uno vicino all'altro, in colonie di 9-15 coppie riproduttrici.
I maschi spazzano via il limo e la sabbia con la coda quando si preparano per costruire il nido, in modo da esporre i substrati più grossolani di ghiaie che si trovano al di sotto. Si pensa che le particelle più grossolane forniscano spazi interstiziali per le larve ancora munite del sacco vitellino e possano funzionare come un rifugio protettivo. Potenzialmente, queste aree di ghiaia possono massimizzare la sopravvivenza degli avannotti durante le loro prime fasi di vita.
I maaschi riporduttori hanno un comportamento più aggressivo rispetto agli altri, spingendoli ad abbandonare il nido per azzuffarsi, lasciando così la possibilità ad altri maschi fertili di accoppiarsi con la femmina. La riproduzione poligama simultanea è naturale ma si verifica raramente.
Il corteggiamento si svolge con il maschio che nuota rapidamente fino alla femmina e poi di nuovo al nido, producendo una serie di grugniti distintivi durante l'esibizione.
La stagione riproduttiva può variare in base alla posizione geografica e alla temperatura dell'acqua, ma generalmente si verifica da marzo a ottobre, quando l'acqua raggiunge una temperatura supera il 22°C. A causa della loro lunga stagione di deposizione delle uova, questi pesci hanno un potenziale riproduttivo molto elevato, che spesso si traduce in una sovrappopolazione a causa della bassa predazione. Le femmine possono deporre le uova una media di cinque volte all'anno, basta che la temperatura dell'acqua superi i 21.5°C. Le femmine di due anni di età riescono a deporre più di 3800 uova a covata e quelle a quattro anni di età ne depongono più di 19.000. Le uova fecondate hanno solitamente un diametro di 0,11-0,14 cm e tipicamente si schiudono nella zona litorale, prima di migrare nella zona limnetica dopo l'assorbimento del sacco vitellino, pere poi ritornare nella zona litorale dopo aver raggiunto una dimensione corporea maggiore.
La riproduzione in acquario può essere eseguita in vasche dedicate, spostando il banco in una vasca con substrato ghiaioso, con poca sabbia, e privo di vegetazione. Si raccomanda di innalzare la temperatura sopra i 24°C e di condizionare il banco con abbondante cibo vivo.
Gli avannotti, dopo la schiusa, andranno alimentati con micro cibo vivo, tipo Infusoria e naupli di Artemia salina.

Alimentazione

La bocca molto piccola di questo pesce è un adattamento al mangiare piccole prede. E' un pesce carnivoro e si nutre principalmente di invertebrati come lumache, vermi, gamberetti, insetti acquatici, piccoli gamberi e zooplancton. Possono anche consumare piccoli pesciolini e materiale vegetale come le alghe. I giovani esemplari mangiano vermi e zooplancton, rimanendo al riparo mentre gli adulti si nutrono di più al largo.


pH:

7.0 - 7.5

Durezza Totale:

8° - 12°dGH

Temperatura:

10°C - 22°C


 Dimensioni massime del pesce: 95mm
 Normalmente non supera i 61mm

Pomotis obesus.

Nord America,
questa specie si trova solo negli Stati Uniti, nei drenaggi atlantici e del Golfo del Messico dal New Hampshire meridionale a Perdido River in Florida, e nella Florida meridionale e centrale.

Vuoi realizzare un favoloso acquario?

Sei alla ricerca di consigli, indicazioni, o hai solo bisogno di confrontarti? Non esitare a contattarci!