Close

Questo sito utlizza cookie. Può leggere come li usiamo nella nostra Privacy Policy.

Barbatula barbatula

pH 7.5
dGH 12°
Temperatura 16° - 18°C
Lunghezza 16cm

 

 

 

 

 

 

Sinonimi Cobitis barbatula, Barbatula toni, Barbatula tonifowleri, Barbatula tonifowleri posteroventralis, Cobitis fuerstenbergii, Cobitis toni, Nemachilus barbatulus, Nemachirus compressirostris, Nemachirus pechilensis, Nemachirus sturanyi, Oreias toni, Orthrias oreas, Nemachirus sibiricus, Noemacheilus barbatulus.
Distribuzione Dall'Europa dell'est alla Siberia. Può essere trovato nella Spagna settentrionale ma non nel resto della penisola Iberica. Altre eccezioni sono Scozia, Scandinavia (eccetto porzioni di Danimarca e Svezia meridionale), Italia e Grecia. Generalmente vive assieme a trote di fiume in acque chiare, a carattere torrentizio, con fondo molto stabile.
Linnaeus, 1758, specie nativa dell'Europa. Dimorfismo Il maschio è più piccolo e snello, ha una pinna pettorale più allungata ed il secondo raggio della pinna pettorale è più grosso. Può essere allevato con pesci che richiedano un elevato livello d'ossigeno e gli stessi requisiti di temperatura.
COMPORTAMENTO

Pesce sedentario, con abitudini notturne. Vive sul fondo. Generalmente un pacifico compagno di vasca.


ALLEVAMENTO

Richiede una grande vasca, di almeno 80cm, con ghiaietto fine sul fondo e alcune pietre piatte. Richiede nascondigli come grotte, tubi di plastica ricoperti o vasi da fiori. Si consiglia pH 7.0 - 7.7 e durezza 10° - 15° dGH. Aggiungere vegetazione tipo Vallisneria e Java Moss.


RIPRODUZIONE

La femmina sarà la prima a mostrare il desiderio di deporre. Normalmente questo pesce depone da Aprile a Luglio, depositando le uova indiscriminatamente tra pietre e piante. Non bada alla cucciolata. Gli avannotti usciranno dalle uova in 7 giorni e dovranno essere alimentati con Artemia salina.


ALIMENTAZIONE

Pesce carnivoro. Raramente mangia pastiglie da fondo e scaglie. Preferisce cibo vivo.


NOTE E CURIOSITA'

Nessuna.