Polypterus senegalus.

Biscir del Senegal

Il Biscir del Senegal, conosciuto anche come l'Anguilla dinosauro, Biscir dinosauro, pesce drago, è un membro prototipicale della famiglia dei Polypropteridae.
E' un pesce dal corpo allungato, normalmente con una colorazione che varia dal grigio al beige e presenta insolite sfumature di bianco, rosa e azzurro sulle squame. Può presentare dei leggeri pattern di piccoli punti o macchie irregolari. Il corpo è molto affusolato e vagamente cilindrico. La faccia è levigata ed arrotondata nei pressi del naso, dove si presentano le squame più grandi di tutto il resto del corpo. Le protuberanze nasali spuntano dalla parte frontale del muso e gli occhi sono ben posizionati sui lati della testa e presentano una colorazione giallo chiara con una pupilla nera. La bocca è molto grande e, quando chiusa, sembra mostrare un sorriso. La pinna dorsale (7-11 spine), scorre serrata per quasi tutto il corpo sino ad incontrare la pinna caudale che è tondeggiante e piatta. La pinna anale presenta 14 - 17 spine. Le pinne pettorali iniziano appena nella parte retrostante ed appena sotto le aperture branchiali e sono il principale messo di locomozione del pesce. Questo pesce presenta un paio di polmoni primitivi al posto della vescica natatoria e gli permettono di emergere periodicamente per respirare una boccata di ossigeno. La parte ossea è composta da 53-59 vertebre.

Comportamento

Il Biscir del Senegal popola i margini delle paludi e delle lagune d'acqua dolce.
Predilige le zone fangose delle sponde dei fiumi, dove si lascia adagiare sul fondale o si muove con movimenti serpeggianti. Durante le ore diurne, adora esplorare, cacciare, osservare i cambiamenti dell'ambiente circostante e soprattutto rovistare il fondale in cerca di cibo. E' stato osservato un comportamento non proprio di banco ossia, a volte si mette a seguire altri individui della stessa specie, restando sempre a distanza. La maggior parte di questi pesci resta adagiata sul fondo durante la notte, per riprendere le abitudini diurne dopo l'alba.
E' l'esemplare più pacifico ed attivo del suo genere ed è anche molto resistente. Si adatta bene a pesci di altre specie di eguali dimensioni.


Allevamento

Come tutti gli altri pesci appartenenti al genere Polypteridae, anche il Biscir del Senegal è un abile predatore, capace di mangiare qualsiasi pesce possa entrare nella sua bocca.
Data la sua territorialità, rivolta anche ad altri appartenenti al suo genere, se ne consiglia l'allevamento in vasche dedicate o assieme a grandi pesci, tipo i Synodontis o grandi caracidi africani. La vasca ideale per questi pesci deve essere spaziosa, non meno di 200 litri di capienza netta, ricca di vegetazione e rocce, tronchi sommersi e piante galleggianti. Non amando la luce si consiglia una scarsa illuminazione per non innervosire troppo il pesce. La maggior parte di questi pesci è selvatica quindi, possibile vettore di malattie, parassiti ed infezioni; si consiglia quindi un periodo in quarantena prima dell'inserimento del pesce in vasca comunitaria. Una volta che questo si sarà adattato alla vasca, bisogna sempre tenere sott'occhio che non vi siano parassiti ad infestarlo. E' un pesce molto resistente ma non tollera molto bene i normali medicinali utilizzati in acquariofilia.


Riproduzione

Il dimorfismo sessuale è poco accennato, un occhio esperto su questa famiglia di pesci però, può riconoscere il maschio dalla coda più spessa rispetto a quella della femmina.
La riproduzione in acquario è possibile a patto che si riesca ad abbassare abbondantemente la conducibilità ed il pH dell'acqua, simulando quindi la stagione delle piogge. La riproduzione avviene dopo un breve rituale di corteggiamento, durante il quale il maschio insegue incessantemente la femmina dandole dei colpetti, e a volte mordendola. Una volta che questa è pronta per la deposizione, il maschio crea una specie di conchetta con le pinne anali, in prossimità dell'organo genitale, dove la femmina deporrà un esiguo numero di uova. Fatto ciò, il maschio rilascia il seme e disperde le uova nei pressi della fitta vegetazione e del fondale, abbandonando quindi la covata. Si consiglia di separare gli adulti dalle uova poiché potrebbero predarle. Una volta deposte, le uova si schiuderanno dopo circa 3 giorni e, entro una settimana dalla deposizione, gli avannotti saranno già in grado di nuotare e procacciarsi il cibo. Non essendo molto attivi, bisogna fare molta attenzione che i piccoli riescano a mangiare. La soluzione migliore è di somministrare, in prossimità degli avannotti, naupli d'artemia o piccoli vermi.


Alimentazione

Il Biscir del Senegal si nutre in orevalenza di pesci, crostacei e molluschi ma non disdegna anche piante e semi.


La pelle di questo pesce funge da armatura ed è particolarmente efficiente; difatti sono stati svolti molti studi per poter utilizzare una struttura simile per sviluppare armature personali, che combinino alla perfezione capacità di movimento e protezione come succede in questo pesce.
E' uno degli ultimi superstiti di specie molto antiche. Sono stati ritrovati fossili dei loro antenati risalenti al periodo Triassico, all'inizio dello sviluppo dei dinosauri più di 200 milioni di anni fa.
pH:

6.0 - 8.0

Durezza Totale:

5° - 19°dGH

Temperatura:

25°C - 28°C


 Dimensioni massime del pesce: 35cm

Nessuno.

Africa,
Egitto, Cameroon, Etiopia, Kenya, Mali, Costa d' Avorio , Tanzania, Nigeria, Senegal e altri Paesi. Si trova di solito in acque poco profonde e lente di paludi e lagune di acqua dolce .

Vuoi realizzare un favoloso acquario?

Sei alla ricerca di consigli, indicazioni, o hai solo bisogno di confrontarti? Non esitare a contattarci!