Polypterus palmas.

Biscir marmorizzato

Il Biscir marmorizzato è caratterizzato dalla sua prominente mascella superiore e dal fatto che le pinne pettorali non raggiungono il livello del primo raggio della pinna dorsale.
Dalla placca occipitale al primo raggio della pinna dorsale si possono contare dalle 27 alle 32 scaglie.
Ha un corpo cilindroide, con colore che varia dal marrone scuro al marrone verdastro, con pattern marmorizzato di colore più scuro sul corpo. La parte ventrale è notevolmente più chiara, color crema scuro e non presenta nessun pattern. Sono presenti da 7 a 10 spine dorsali e da 12 a 14 spine anali. Inoltre possono essere contate dalle 56 alle 59 vertebre.

Comportamento

Il Biscir marmorizzato ha abitudini prettamente notturne ed una vista molto scarsa.
Grazie al suo olfatto molto sviluppato riesce ad individuare e catturare le prede anche in assenza di luce. Durante il giorno preferisce nascondersi tra le piante o sul fondo, in prossimità di rocce o radici.
E' un pesce che può essere molto aggressivo ed intollerante coi propri conspecifici ma si adatta bene a pesci di altre specie di eguali dimensioni.


Allevamento

Come tutti gli altri pesci appartenenti al genere Polypteridae, anche il Biscir marmorizzato è un abile predatore, capace di mangiare qualsiasi pesce possa entrare nella sua bocca.
Data la sua territorialità, rivolta anche ad altri appartenenti al suo genere, se ne consiglia l'allevamento in vasche dedicate o assieme a grandi pesci, tipo i Synodontis o grandi caracidi africani. La vasca ideale per questi pesci deve essere spaziosa, non meno di 200 litri di capienza netta, ricca di vegetazione e rocce, tronchi sommersi e piante galleggianti. Non amando la luce si consiglia una scarsa illuminazione per non innervosire troppo il pesce. La maggior parte di questi pesci è selvatica quindi, possibile vettore di malattie, parassiti ed infezioni; si consiglia quindi un periodo in quarantena prima dell'inserimento del pesce in vasca comunitaria. Una volta che questo si sarà adattato alla vasca, bisogna sempre tenere sott'occhio che non vi siano parassiti ad infestarlo. E' un pesce molto resistente ma non tollera molto bene i normali medicinali utilizzati in acquariofilia.


Riproduzione

Il dimorfismo sessuale è poco accennato, un occhio esperto su questa famiglia di pesci però, può riconoscere il maschio dalla coda più spessa rispetto a quella della femmina.
La riproduzione in acquario è possibile a patto che si riesca ad abbassare abbondantemente la conducibilità ed il pH dell'acqua, simulando quindi la stagione delle piogge. La riproduzione avviene dopo un breve rituale di corteggiamento, durante il quale il maschio insegue incessantemente la femmina dandole dei colpetti, e a volte mordendola. Una volta che questa è pronta per la deposizione, il maschio crea una specie di conchetta con le pinne anali, in prossimità dell'organo genitale, dove la femmina deporrà un esiguo numero di uova. Fatto ciò, il maschio rilascia il seme e disperde le uova nei pressi della fitta vegetazione e del fondale, abbandonando quindi la covata. Si consiglia di separare gli adulti dalle uova poiché potrebbero predarle. Una volta deposte, le uova si schiuderanno dopo circa 3 giorni e, entro una settimana dalla deposizione, gli avannotti saranno già in grado di nuotare e procacciarsi il cibo. Non essendo molto attivi, bisogna fare molta attenzione che i piccoli riescano a mangiare. La soluzione migliore è di somministrare, in prossimità degli avannotti, naupli d'artemia o piccoli vermi.


Alimentazione

Il Biscir corazzato è un forte predatore che si nutre prevalentemente di piccoli pesci, larve d'insetto e molluschi. In vasca accetta qualsiasi tipo di carne, purchè delle dimesioni adatte per essere mangiata.


E' un abile saltatore quindi la vasca deve essere ben chiusa per evitare che scappi.
E' uno degli ultimi superstiti di specie molto antiche. Sono stati ritrovati fossili dei loro antenati risalenti al periodo Triassico, all'inizio dello sviluppo dei dinosauri più di 200 milioni di anni fa.
pH:

6.2 - 7.5

Durezza Totale:

5° - 10°dGH

Temperatura:

23°C - 28°C


 Dimensioni massime del pesce: 25cm

Nessuno.

Africa,
popola i fiumi costieri del Golfo della Guinea, dalla Guinea Bissau alla Liberia, sino al fiume Cavally nella Costa d'Avorio;
si hanno avvistamenti anche nel fiume Casamance in Senegal.

Vuoi realizzare un favoloso acquario?

Sei alla ricerca di consigli, indicazioni, o hai solo bisogno di confrontarti? Non esitare a contattarci!