Myloplus rubripinnis.

Red Hook Silver Dollar

Presenta il corpo di forma discoidale, tozzo, di altezza pari alla lunghezza, fortemente compresso lateralmente; la testa è piccola ed appuntita, raccordata da una fronte ed una gola convesse; gli occhi sono grandi e posti dietro la bocca; sopra la bocca vi sono due grandi narici a fossetta con funzioni olfattive; la bocca, piccola e con mascelle robuste, è in posizione terminale; l'opercolo branchiale è dotato di un piccolo pre-opercolo articolato; la linea laterale è dritta e completa.
La pinna dorsale, di forma triangolare e molto sviluppata in altezza, è sostenuta da 4 / 8 spine rigide, con le prime 2 / 4 molto corte e le successive molto più lunghe, e da 10 / 12 raggi molli di altezza decrescente; dietro la pinna dorsale vi è una lunga pinna adiposa; la pinna caudale, dalla larga forma a delta, presenta il margine distale leggermente inciso e con gli apici arrotondati; la pinna anale, trapezoidale e sostenuta da 3 spine rigide e da 29 / 37 raggi molli, si estende su tutta la parte posteriore del ventre; le pinne ventrali sono molto piccole e strette, poste al vertice inferiore del ventre; le pinne pettorali, trapezoidali, sono in posizione giugulare.
La livrea è caratterizzata da molte riflessature dorate che si diffondono a macchie lungo i fianchi del pesce. Il dorso è di color grigio opaco mentre il ventre è di color grigio argento con riflessi rossastri; le pinne sono semi-trasparenti, ad eccezione della pinna anale, molto più sviluppata, che presenta una colorazione rosso intenso che va a sfumare verso il nero sul margine distale.

Comportamento

Questo pesce popola affluenti con un'elevata densità di vegetazione acquatica e marginale, dove la corrente è lenta e l'illuminazione scarsa.
E' un pesce molto nervoso, che si spaventa facilmente. Andrà quindi ad occupare le zone maggiormente ricche di nascondigli.
Si muove in banchi abbastanza numerosi senza creare troppe lotte o scaramucce interne al banco.
Avendo sviluppato una predilezione per noci e semi, ha sviluppato una potente dentatura che può arrecare danni seri a seguito del morso.


Allevamento

Il setup ideale per questo vivace caracide è quello biotopico, in vasca da almeno 300 litri per poter ospitare non meno di 6 esemplari, con fondo composto prevalentemente da sabbia di fiume e limo, cosparso di rami e rocce in modo da creare nascondigli, lasciando abbastanza spazio libero per il nuoto nella parte centrale e laterale della vasca.
La filtrazione deve generare una discreta corrente; la luce deve essere soffusa. Infine si raccomanda la filtrazione in torba, per tenere un'acqua sempre acida dal colorito bruno.
L'acqua deve risultare molto ben filtrata, meglio se tramite un filtro esterno pressurizzato con la portata oraria di almeno tre volte la capacità dell'acquario; si consiglia anche di effettuare regolarmente dei cambi parziali.
La crescita delle alghe deve essere incoraggiata per permettergli di pascolarvi.
Questo pesce è molto tollerante verso le altre specie più grandi o di taglia simile ma andrà a predare, sicuramente, gli individui di taglia più piccola.


Riproduzione

Il dimorfismo sessuale di questo pesce è abbastanza facile da individuare.
Nelle femmine la pinna anale forma una punta in basso e poi va dritta dalla punta alla pinna caudale, mentre nei maschi la pinna anale dalla punta in basso alla pinna caudale forma una gobba, una specie di 'J'. E' una caratteristica comune a molti dollari d'argento, ma nei Redhook è forse molto più evidente, rendendo la pinna anale dei maschi bilobata.
La sua riproduzione non è stata ancora ottenuta in cattività, ma è stata osservata in natura, e presenta delle caratteristiche notevoli.
La pinna anale rossa della femmina è in realtà un gancio che funziona come un aratro. Il maschio ha una pinna anale bilobata che è progettata per avvolgere il "gancio" della femmina. Durante la deposizione delle uova, la femmina inserisce il gancio nel substrato (sabbia, ghiaia, fango) e scava un solco (come un aratro) mentre depone le uova, che il maschio feconda rimanendo accanto a lei con la pinna bilobata avvolta attorno all'"aratro". Il "gancio" della femmina è sorprendentemente forte e può essere spinto anche in ghiaia grossolana (fino all'apertura anale) senza alcun problema scuotendo il corpo; l'uncino bilobato del maschio si piega per effetto della stessa pressione in modo che la coppia possa lavorare all'unisono.
Ogni coppia riproduttiva può deporre sino a 200 uova, quindi è probabile un alto tasso di mortalità.


Alimentazione

Principalmente fitofago: in natura si nutre di piante, frutta, semi e noci caduti in acqua e detriti vegetali. In acquario va prevista una grande quantità di sostanze vegetali sbollentate quali zucchine, cetrioli, piselli, spinaci e altre verdure.
Di tanto in tanto non disdegna nutrirsi di cibo vivo quale Artemia salina e Chironomus. Accetta inoltre cibo in scaglie, sia normale che vegetale.


pH:

6.0 - 7.0

Durezza Totale:

1° - 10°dGH

Temperatura:

23°C - 27°C


 Dimensioni massime del pesce: 25cm - 41,5cm

Myleus rubripinnis rubripinnis,
Myleus rubripinnis.

Sud America,
È stato avvistato in Ecuador, Venezuela, Colombia, Guyana, Suriname, Guyana francese, Perù e Brasile. Popola una serie di importanti sistemi fluviali, tra cui quelli del Rio delle Amazzoni e del Rio Orinoco.

Vuoi realizzare un favoloso acquario?

Sei alla ricerca di consigli, indicazioni, o hai solo bisogno di confrontarti? Non esitare a contattarci!