Acnodon normani.

Sheep Pacu

Presenta un corpo compresso lateralmente, dalla forma romboidale; la testa grande, raccordata da un dorso ed un ventre convessi ed appuntiti; la fronte è leggermente concava; l'occhio è relativamente grande e posto in posizione centrale; davanti agli occhi vi sono due narici a fossetta con funzioni olfattive; la bocca, posta in posizione terminale e centrale, è caratterizzata dal labbro superiore carnoso e dotate di due serie di denti numerosi, relativamente piccoli, molto appuntiti e sottili.
La pinna dorsale è preceduta da una colonna vertebrale inclinata e biforcuta.
La livrea è molto particolare; il corpo è di un argento, virante al verde oliva/dorato verso la parte superiore del dorso. Lungo i fianchi del pesce, corrono delle righe verticali scure, che si interrompono generalmente all'altezza della linea laterale, andando a creare un motivo "tigrato". Tutte le pinne sono trasparenti con riflessature argentee e azzurre.

Comportamento

Questo pesce popola, corsi d'acqua cristallina che scorrono all'interno della savana, dove la vegetazione è praticamente assente.
Predilige le acque dal rapido movimento, dove le rocce brulicano di alghe ed i detriti vegetali si insinuano tra di esse.
Si muove in banchi abbastanza numerosi, dove le lotte interne sono continue che non portano quasi mai a ferimenti gravi.


Allevamento

Il setup ideale per questo vivace caracide è quello biotopico, in vasca da almeno 300 litri per poter ospitare non meno di 12 esemplari, con fondo composto prevalentemente da sabbia di fiume e limo, cosparso di rami e rocce, lasciando abbastanza spazio libero per il nuoto nella parte centrale e laterale della vasca.
La filtrazione deve generare una discreta corrente; la luce deve intensa. Infine si raccomanda la filtrazione in torba, per tenere un'acqua sempre acida dal colorito bruno.
L'acqua deve risultare molto ben filtrata, meglio se tramite un filtro esterno pressurizzato con la portata oraria di almeno tre volte la capacità dell'acquario; si consiglia anche di effettuare regolarmente dei cambi parziali.
La crescita delle alghe deve essere incoraggiata per permettergli di pascolarvi.
Questo pesce è molto tollerante verso le altre specie, anche verso quelle di taglia più piccola. I compagni di vasca ideali, che popolano inoltre lo stesso areale, sono: Acestrorhynchus spp., Tetragonopteurus chalceus, Boulengerella cuvieri, Hemiodus ternetzi, Myleus spp., Hypostomus emarginatus, Aguarunichthys tocantinensis, Geophagus neambi, Retroculus lapidifer, e Crenicichla lugubris.


Riproduzione

Il dimorfismo sessuale di questo pesce è abbastanza facile da individuare.
I maschi adulti più grandi possiedono un lobo sulla pinna anale, situato a 23-28 raggi dal primo raggio ramificato. I segmenti dei raggi in cui si trova il lobo sono corti, semplici e relativamente larghi.
Non si hanno notizie di riproduzione in cattività.
Si pensa che in natura deponga le uova tra le rocce, lasciando le uova e gli avannotti incustoditi.


Alimentazione

Anche se considerato erbivoro, questo pesce può sviluppare l'abitudine di nutrirsi delle squame dei pesci più grandi.
In cattività ha bisogno di molti nutrimenti vegetali quali spinaci sbollentati, cetrioli, lattuga, zucchine, wafer di alghe e similari. Accetta inoltre cibo secco e piccole quantità di Bloodworms.


pH:

5.5 - 7.5

Durezza Totale:

2° - 15°dGH

Temperatura:

22°C - 28°C


 Dimensioni massime del pesce: 125mm - 135mm

Nessuno.

Sud America,
La sua diffusione è limitata ai bacini idrografici dello Xingu e del Tocantins.
La località tipo è "Rio Santa Teresa, un affluente occidentale dell'alto Rio Tocantins, Stato di Goiaz, Brasile".

Vuoi realizzare un favoloso acquario?

Sei alla ricerca di consigli, indicazioni, o hai solo bisogno di confrontarti? Non esitare a contattarci!