Piabucina astrigata.

Elegant Pencilfish

Presenta un corpo dalla forma allungata, e compresso lateralmente; la testa è di medie dimensioni, raccordata da un dorso ed un ventre convessi ed appuntiti; la fronte è leggermente concava; l'occhio è relativamente grande e posto molto in avanti; davanti agli occhi vi sono due narici a fossetta con funzioni olfattive; la bocca, posta in posizione terminale e decisamente orientata verso l'alto, è armata di denti piccoli ma aguzzi; il peduncolo caudale è lungo, sottile e ben distinto.
La pinna dorsale è sostenuta da 8 o 9 raggi molli ramificati, con il secondo più lungo del primo ed i successivi più corti a scalare; questa pinna, di forma triangolare, è posta al centro del dorso e si estende molto in altezza; dietro la pinna dorsale, all'inizio del peduncolo caudale, è presente una piccola pinna adiposa, dal profilo arrotondato; la pinna caudale, dalla larga forma a delta, è profondamente incisa e divisa in due lobi simmetrici, dall'apice arrotondato; la pinna anale, di forma trapezoidale, è sostenuta da 1 / 3 spine rigide, con la terza molto più lunghe delle prime due, e da 23 / 26 raggi molli ramificati, i primi 3 o 4 più lunghi ed i successivi più corti a decrescere; questa pinna si estende su tutta la parte posteriore del ventre e termina con un piccolo lobo posteriore dal margine appuntito; le pinne ventrali, allungate e di forma triangolare, sono poste in corrispondenza della pinna dorsale; le pinne pettorali, lunghe e sottili, sono in posizione giugulare, appena dopo il margine inferiore dell'opercolo branchiale.
Non è presente la linea laterale.
La livrea è molto particolare; il dorso è di un color giallo oro con abbondanti cromofori scuri, quasi a sembrare una linea sgranata, la linea mediana, riflessata di verde, è caratterizzata da una serie di macchie scure e da numerosi punti arancione; le pinne sono semi-trasparenti con intensi riflessi gialli e arancione; sull'intesezione della pinna dorsale è presente una macchia scura.

Comportamento

Il più delle volte popola i corsi d'acqua secondari e gli affluenti minori, dal flusso tranquillo, delle aree forestate. Viene spesso ritrovato in aree di foresta allagate.
Predilige le zone dove l'acqua è più bassa ed il fondale limoso, in modo da potersi nascondere in attesa che passi qualche piccolo pesce o che cada qualche insetto in acqua.
Si sposta in banchi numerosi, dove la gerarchia è alquanto sciolta; i maschi lottano continuamente per attirare le femmine e per imporsi all'interno del banco, andando ad infastidire anche pesci più grandi.
La sua vescica natatoria gli permette di respirare anche aria atmosferica.


Allevamento

Il setup ideale per questo vivace caracide è in vasca da almeno 120cm per poter ospitare 8 - 10 esemplari, con fondo scuro composto prevalentemente da sabbia di fiume e limo, cosparso di rami e radici contorte, lasciando abbastanza spazio libero per il nuoto nella parte centrale. La piantumazione deve essere consistente, cercando di creare delle barriere visuali, in modo da far trovare dei nascondigli ai pesci presi di mira. L'inserimento di almeno 10 esemplari ridurrà lo stress ma non la tendenza a bullizzare gli altri occupanti della vasca.
Il fondo deve essere cosparso di foglie secche tipo Catappa. Il setup deve essere allestito in modo da creare più nascondigli e ripari possibili, in modo da ridurre lo stress in vasca.
La filtrazione deve generare una medio bassa corrente; la luce deve essere medio bassa. Infine si raccomanda la filtrazione in torba, per tenere un'acqua sempre acida dal colorito bruno.
L'acqua deve risultare molto ben filtrata, meglio se tramite un filtro esterno pressurizzato con la portata oraria di almeno tre volte la capacità dell'acquario; si consiglia anche di effettuare regolarmente dei cambi parziali preceduti da una scrupolosa sifonatura del fondo per raccogliere i residui più grandi.
L'ideale sarebbe una vasca monotematica e ben coperta, data la propensione al salto di questo pesce.


Riproduzione

Il dimorfismo sessuale di questo pesce è abbastanza evidente.
I maschi adulti sono più intensamente colorati quando sono in buone condizioni, mentre le femmine tendono a crescere un po' più grandi e ad avere una forma più rotonda, specialmente se gravide.
Sono degli egg-scattering, ovvero rilasciano uova e sperma senza effettuare cure parentali. La riproduzione in cattività non è stata documentata.
In natura si pensa che, durante il periodo delle piogge, si sposti in aree allagate della foresta per trovare il luogo ideale per la deposizione.


Alimentazione

In natura si nutre prevalentemente di piccoli invertebrati, crostacei, alghe filamentose, avannotti e piccoli pesci; in acquario preferisce cibo vivo quale Anellidi e piccoli pesci. Dopo opportuno adattamento, accetta anche mangime liofilizzato o mangime secco, in scaglie o in granuli.
Si consiglia di mantenere una dieta varia per integrare sostanze nutrienti indispensabili.


Molto simile agli altri predatori della famiglia dei Caracidi, alcuni esemplari sono senza pinne adipose.
pH:

5.8 - 7.8

Durezza Totale:

1° - 25°dGH

Temperatura:

22°C - 26°C


 Dimensioni massime del pesce: 70mm - 80mm

Lebiasina astrigata.

Sud America,
Diffuso in Equador settentrionale e nella Colombia meridionale, ad ovest delle Ande.
La località tipo è "St. Javier, Paramba e Río Sapayo, Ecuador Nord-occidentale".

Vuoi realizzare un favoloso acquario?

Sei alla ricerca di consigli, indicazioni, o hai solo bisogno di confrontarti? Non esitare a contattarci!