Exodon paradoxus.

Bucktooth Tetra

Ha una forma abbastanza affusolata, compressa ai lati. Il corpo è di colore grigio con sfumature che vanno dal giallo al rosso al verde smeraldo.
La testa è netta, la bocca è posta in posizione centrale ed è dotata di una dentatura uncinata per poter strappare le scaglie di pesci più grandi. L'occhio, anch'esso grande, è bordato di giallo e posto leggermente sopra la linea della bocca. Le pinne, tutte trasparenti, hanno una sfumatura di base che vira al rossastro mentre la pinna caudale è colore rosso sfumato verso il giallo, ben biforcata e leggermente macchiata di nero alla sua intersezione col corpo. La pinna adiposa è presente, di dimensioni non significative, ed è di colore che varia dal giallo all'arancio.
Presenta delle grosse macchie nere, sia nella zona omerale che nella zona caudale.

Comportamento

Popola normalmente i tratti fluviali dal fondale sabbioso che attraversano le zone di savana ai margini della foresta Amazzonica.
Facilmente individuabile dal brillare delle acque che popola, in banchi di almeno un centinaio di esemplari, e dai guizzi fulminei del suo nuoto.
Non è un pesce pacifico sia nei confronti dei conspecifici che degli altri pesci, difatti difficilmente sono stati osservati nuotare assieme ad altre specie.
E' un formidabile predatore e, durante la caccia modifica il suo nuoto per abbagliare le prede con lo scintillio delle sue squame.


Allevamento

La vasca ideale, rigorosamente monospecifica, per ospitare questo pesce ha un litraggio di almeno 200 litri, con fondale sabbioso, densa di vegetazione sommersa, rami, tronchi e sassi.
Tale vasca può ospitare il minimo di 12 esemplari, numero sotto il quale è sconsigliato scendere per impedire stress e lotte frequenti, soprattutto rivolte ad accecare gli altri pesci. In una vasca come quella descritta sopra, si possono ospitare dai 25 ai 50 elementi.
La filtrazione deve essere forte, con passaggio in torba per mantenere un discreto livello di acidi tannici ed una conseguente acqua ambrata che meglio farà risaltare la colorazione fantastica di questo pesce. Non ha requisiti fondamentali per quanto riguarda l'illuminazione ma, se si opta per una vasca densametne piantumata, bisognerà comportarsi di conseguenza aumentando notevolmente la potenza illuminante delle lampade.
E' un eccellente saltatore quindi il coperchio dovrà essere sempre ben chiuso.


Riproduzione

Il dimorfismo sessuale dell'Exodon paradoxus è scarsamente evidente.
Il maschio può essere riconosciuto da una colorazione leggermente più brillante e dalle pinne anale e dorsale più allungate rispetto alla femmina. Questa inoltre sarà maggiormente allungata e più corpulenta soprattutto durante la stagione della deposizione.
In natura la specie depone le uova, dopo una sfrenata danza di corteggiamento, lasciandole cadere su foglie e radici, abbandonando sin da subito i piccoli al loro destino.
Gli avannotti, una volta usciti dalle uova, daranno subito risalto al carattere impetuoso ed aggressivo del genere.
Si hanno pochi riferimenti di riproduzioni avvenute con successo in cattività ma, se si dovesse individuare una coppia matura e pronta per la deposizione, questa va subito isolata e, per simulare la stagione delle piogge, va cambiato circa il 50% del volume della vasca con acqua osmotica, andando a ridurre ulteriormente durezza e pH. Si può inserire una rete per separare le uova lasciare adagiare sul fondo dai genitori onde evitare che questi ultimi si mangino la covata.
Una volta schiuse, normalmente dopo 2 - 3 giorni, gli avannotti vanno alimentati con piccoli crostacei tipo naupi d'Artemia salina o altri invertebrati, sia secchi che vivi. Dato il loro carattere aggressivo sin dalla tenera età, questi pesci sono veramente difficili da far riprodurre in cattività.


Alimentazione

E' un pesce onnivoro ma la sua natura predatoria prevale sempre, spingendolo a ricercare cibo vivo in continuazione.
In natura si nutre di altri pesci, squame di pesci più grandi, invertebrati, insetti, larve ed avannotti.
Essendo un pesce molto vorace, in cattività va alimentato abbondantemente, prestando sempre attenzione che tutti gli individui abbiano mangiato a sufficienza. La dieta ideale è composta da pezzi di gamberetto, vermi, cozze ben lavate, molluschi e Tubifex. Alcuni individui accettano persino cibo in scaglie o in granuli.


Nelle zone dove questi pesci abbondano, i locali lasciano pentole e piatti in ammollo nei corsi d'acqua per farli pulire dalla bramosia alimentare di questi individui.
Anche se di natura predatoria e dal carattere molto aggressivo, questo pesce viene considerato uno dei più attrattivi pesci d'acqua dolce.
pH:

5.5 - 7.5

Durezza Totale:

0° - 20°dGH

Temperatura:

23°C - 28°C


 Dimensioni massime del pesce: 15cm

Epicyrtus exodon,
Hystricodon paradoxus,
Epicyrtus paradoxus.

Sud America,
Rio delle Amazzoni, Rio Tocantis, Rio Madeira, Rio Marmelo, Rio Branco, Brasile, Guyana.

Vuoi realizzare un favoloso acquario?

Sei alla ricerca di consigli, indicazioni, o hai solo bisogno di confrontarti? Non esitare a contattarci!