Charax condei.

Small-scale Glass Tetra

Ha un corpo compresso ai lati, snello e semi trasparente. Presenta una gobba dorsale molto accentuata, che si conclude all'intersezione con la pinna dorsale.
La testa è grande, ben distinta e posta leggermente verso il basso rispetto alla linea centrale del corpo. La bocca è grande e munita di forti mascelle dentate. L'occhio, bordato di rosso ed attraversato orizzontalmente da una linea scura, è di grandi dimensioni.
La colorazione del corpo vira dal grigio al verde, con arabescature più scure che si ritrovano anche sulla testa.
Le pinne sono trasparenti con screziature azzurre e bianche. Il peduncolo caudale è presente e la coda è bilobata. La pinna anale, di forma trapezoidale, si estende per circa 3/4 della lunghezza del corpo.

Comportamento

Questo pesce vive in banchi numerosi, spesso includendo altri piccoli Caracidi, e popola piccoli fiumi, insenature ed affluenti dalle acque scure e dal lento corso, ricche di materiale organico in sospensione, dove la vegetazione superiore non lascia quasi oltrepassare la luce.
Data l'elevata acidità dell'acqua, grazie alla presenza di acido tannico ed altre sostanze chimiche rilasciate dalle piante marcescenti, il livello di sali disciolti diventa quasi trascurabile mentre il pH, in certi periodi dell'anno, può abbassarsi sino a 4.0.
Non è un pesce aggressivo ma, data la sua natura predatoria, andrà ad attaccare spesso e volentieri gli individui di taglia inferiore alla sua.


Allevamento

L'allestimento ideale per questo pesce richiede un fondale ricco di detriti organici, rami, sassi e numerose radici, composto prevalentemente da sabbia fine e torba.
La piantumazione della vasca non è fondamentale dato che nei biotopi d'origine è quasi del tutto assente.
Il banco minimo da inserire in una vasca da almeno 70 litri è composto preferibilmente da 10 esemplari, allevabile assieme ad altri banchi di Caracidi, Corydoras, piccoli Loricariidi e Ciclidi dal carattere pacifico.
La filtrazione, rigorosamente con passaggio in torba, deve essere ben proporzionata alle dimensioni della vasca ma non deve assolutamente creare delle forti correnti. L'illuminazione deve essere scarsa, attenuabile tramite ramaglie fitte che vadano a coprire il pelo dell'acqua oppure inserendo piante galleggianti.


Riproduzione

Il dimorfismo sessuale è poco evidente se non durante il periodo riproduttivo quando la gola del maschio diventa rosso-arancione e la femmina presenta una pancia maggiormente accentuata.
Non si hanno notizie di riproduzioni avvenute in acquario ma, in natura questo pesce migra nelle aree di foresta allagate, durante la stagione delle piogge, alla ricerca di buone zone per la deposizione. Questa avviene per la maggiore nei pressi di fitta vegetazione. La coppia, una volta deposto, abbandona le uova al proprio destino.


Alimentazione

E' un micropredatore che si ciba prevalentemente di piccoli avannotti, anellidi e piccoli crostacei. In cattività si adatta anche al cibo secco ma, per mantenerlo in salute, ha bisogno di costante apporto di cibo vivo.


Gli esemplari più vecchi nuotano con la testa verso il basso.
E' raramente disponibile in commercio e gli esemplari reperibili sono tutti di cattura.
pH:

5.5 - 6.8

Durezza Totale:

0° - 8°dGH

Temperatura:

23°C - 25°C


 Dimensioni massime del pesce: 54mm

Asiphonichthys condei.

Sud America,
Tutto il bacino del Rio Negro.