Brycon falcatus.

Moroko

Ha un corpo allungato e compresso ai lati; la testa occupa tutta la parte anteriore del corpo; la bocca, grande e munita di 3 file di denti nella mandibola superiore, è leggermente rivolta verso l'alto; L'occhio è predominante , grande e bordato di giallo; il peduncolo caudale è distinto.
La pinna dorsale, dalla forma trapezoidale alta e stretta, è posta al centro del dorso; all'inizio del peduncolo caudale è presente una piccola pinna adiposa; la pinna caudale, dalla forma a delta, ha il margine fortemente inciso, bilobato e con gli apici quasi appuntiti; la pinna anale ha una forma trapezoidale e termina con un piccolo lobo posteriore; le pinne ventrali, triangolari, sono poste in corrispondenza della pinna dorsale; le pinne pettorali, lunghe e sottili, sono poste in basso, all'inizio del ventre.
La colorazione varia dal grigio argentato al grigio chiaro, presentando riflessature che variano dal bronzo, al verde ed all'azzurro. Presenta inoltre una macchia nera nella zona omerale, subito dopo le branchie, della stessa dimensione delle pupille.
La pinna caudale presenta una macchia nera che può variare come forma, o a "V" oppure a forma di mezzaluna; la colorazione nera può persino prolungarsi per l'attaccatura della pinna caudale. Le altre pinne hanno riflessature che vanno dal grigio scuro al rossastro. La pinna adiposa è scura in colorazione.

Comportamento

Questo pesce vive in banchi numerosi e popola un vasto range di habitat.
Predilige le acque ricche di ossigeno e dalla forte corrente, dove può predare i pesci più piccoli. Da giovane (sino ai 12cm di lunghezza) ha un carattere pacifico ma, raggiunta la maturità sessuale, diventa un formidabile predatore, dal carattere litigioso anche verso i propri simili.
Ha abitudini migratorie infatti, durante la stagione delle piogge, si sposta nelle zone di foresta allagate in cerca di nuovi territori di caccia e buone zone in cui riprodursi.


Allevamento

Necessita di una vasca dedicata, di almeno 250cm viste le dimensioni che può raggiungere.
Deve essere inserito in banchi da almeno 6-8 esemplari anche se le scaramucce e le pinne morse saranno all'ordine del giorno. Raramente arriva a ferirsi se non durante il periodo riproduttivo. E' molto facile da allevare grazie alla sua capacità di adattarsi bene a diverse chimiche dell'acqua.
Per quanto riguarda il setup ideale, il suo ambiente preferito è quello dei fiumi del bacino Amazzonico, con acque cariche di torba, dal fondale ricco di sostanze nutritive, composto da un mix di sabbia, limo e ghiaietto, cosparso di Echinodorus e Vallisneria gigantea. Necessita inoltre di numerosi ripari creati con rami e radici. Le rocce devono essere abbastanza levigate per evitare che il pesce si ferisca mentre bruca le alghe o cerca i vari invertebrati che le popolano.
L'illuminazione deve essere soffusa e la vasca ben coperta. E' un formidabile saltatore e, visto che può raggiungere 1kg di peso, il coperchio deve essere a prova di fuga.


Riproduzione

Non si hanno note di riferimento per quanto riguarda la distinzione tra i sessi.
Si presuppone che il maschio sia più longilineo mentre la femmina più corpulenta ma, dato che non è mai stata osservata la riproduzione in cattività come in natura, si tratta solamente di ipotesi. Si sa solamente che i banchi migrano verso le zone di foresta allagata e, se la quantità di cibo, sia vivo che vegetale, è sufficiente a sviluppare l'istinto riproduttivo, le varie coppie si separeranno per la deposizione.


Alimentazione

E' un pesce onnivoro. In natura si nutre principalmente di invertebrati, crostacei, molluschi, anellidi, larve ed insetti; bruca inoltre le alghe che si vanno a creare su rocce e detriti, sia in cerca di crostacei sia per il piacere di cibarsi anche di vegetali.
In acquario può essere nutrito con mangime in scaglie, granuli e pastiglie. Una volta raggiunto lo sviluppo, ha bisogno di implementare la sua dieta con cibo vivo come larve e vermi.


Questo pesce non viene raccomandato per le sue dimensioni. Ottimo se lasciato solitario in una vasca da esposizione. La pinna pelvica e la dorsale diventano arancioni.
pH:

5.5 - 7.5

Durezza Totale:

1° - 25°dGH

Temperatura:

18°C - 25°C


 Dimensioni massime del pesce: 37cm

Brycon brevicauda,
Brycon matrinchao,
Brycon schomburgki,
Brycon stuebelii,
Opsodoras orthacanthus.

Sud America,
Bacini del Rio delle Amazzoni ed Orinoco. Presente nei sistemi fluviali di Guyana Francese, Guyana e Suriname.

Vuoi realizzare un favoloso acquario?

Sei alla ricerca di consigli, indicazioni, o hai solo bisogno di confrontarti? Non esitare a contattarci!